Piantare correttamente un albero: posizione, terreno, piante, cura

Piantare correttamente un albero: posizione, terreno, piante, cura

La scelta dell'albero

Prima di piantare, ovviamente, devi prima scegliere un albero adatto, anche se non puoi mettere una specie qualsiasi nel tuo giardino. Oltre alle preferenze personali, questi criteri determinano anche l'idoneità o la non idoneità delle specie arboree desiderate per la posizione target:

  • Dimensioni dell'area di impianto e dimensioni previste dell'albero
  • Vicinanza e natura ad altre piante
  • Condizioni e luminosità del sito
  • Condizione del suolo
  • utilizzo desiderato

leggi anche

  • Come piantare correttamente un albero da frutto: posizione, terreno, distanza di piantagione
  • Piantare correttamente il bosso: posizione, terreno, semina e propagazione
  • Come prendersi cura di un albero di jacaranda: consigli per la cura

In particolare, lo spazio disponibile, la luminosità del luogo e la natura del suolo sono fattori estremamente importanti per la crescita sana dell'albero piantato. Alberi di grandi dimensioni come querce, castagni, pini ecc. Hanno bisogno di molto spazio e quindi appartengono a un grande giardino - proprio come la maggior parte degli alberi da frutto standard, tra l'altro. Gli adoratori del sole non dovrebbero essere piantati all'ombra e le piante delle zone umide (come ontani o rododendri) non dovrebbero essere piantate in un terreno asciutto e sabbioso.

La stagione giusta

In linea di principio, le piante portacontainer possono essere piantate tutto l'anno, a condizione che il terreno non sia congelato. Tuttavia, si consiglia di piantare in autunno o in primavera, poiché i giovani alberi appena piantati hanno una forte richiesta di acqua e possono quindi asciugarsi rapidamente se vengono piantati durante i caldi mesi estivi. Gli alberi a radice nuda, invece, vengono piantati solo nel periodo di bassa vegetazione.

Preparazioni necessarie

Se la posizione, le specie arboree e la stagione sono corrette, puoi finalmente iniziare a piantare. Prima di fare ciò, tuttavia, il terreno deve essere prima allentato completamente. Se hai acquistato una radice poco profonda, devi scavare una vasta area dell'area di semina e sbriciolare completamente il terreno. I radicatori, d'altra parte, hanno bisogno di una coltivazione profonda in modo che le loro radici possano crescere senza ostacoli. Queste misure sono particolarmente importanti nel caso di terreno molto compatto, come spesso si riscontra nelle case di nuova costruzione. Tuttavia, si consiglia cautela anche nei giardini più vecchi: alcuni di loro hanno trovato macerie sepolte e altri rifiuti che devono essere rimossi. Successivamente è spesso necessario sostituire il pavimento, ad esempio se è stato interrato l'amianto.

Piantare un albero - una guida

Prima di piantare direttamente, dovresti mettere l'albero in un secchio d'acqua in modo che le sue radici possano assorbire l'acqua. Nel frattempo, fai i lavori preparatori e scavi la fossa di semina.

Scavare la fossa di semina

Usa una vanga per scavare la fossa di semina, che dovrebbe essere grande circa il doppio della radice dell'albero da piantare. Allentare accuratamente il fondo e le pareti della fossa con uno strumento adatto, come un artiglio o una zappa. Mescola il materiale scavato con una generosa pala di compost e una generosa manciata di trucioli di corno (6,39 € su Amazon *) e riempi un po 'di esso nella fossa.

Inserimento del paletto dell'impianto

Ora guida il paletto della pianta nel bordo della fossa. Questo serve a stabilizzare l'albero e garantisce che non venga ribaltato di nuovo con la prima raffica di vento. Abbattere l'albero dopo averlo piantato non ha senso, poiché le sue radici possono essere danneggiate accidentalmente, con il risultato che la crescita ne risente e possono verificarsi alcune malattie, come i funghi.

Piantare l'albero

Ora metti l'albero nella fossa della piantagione. Piantala esattamente quanto era nel vivaio o nel contenitore. Puoi riconoscere la profondità della semina dallo scolorimento più scuro del tronco. Nel caso di alberi innestati, vedere prima dove si trova l'innesto. Se il punto di innesto si trova nel collo della radice, dovresti piantare l'albero in modo che si trovi ad almeno dieci centimetri dal suolo. Altrimenti, da esso possono attecchire sia il portainnesto che il riso nobile, in modo che le proprietà di crescita desiderate determinate dal portainnesto vengano perse. Riempi il substrato e calpesta delicatamente. Lega l'albero al palo, se possibile con un nastro di rafia o fibra di cocco. La corda è avvolta attorno ad albero e palo in cifre di otto,per cui il tronco non deve essere ristretto.

Non dimenticare di annaffiare e concimare!

Gli alberi appena piantati hanno bisogno di molta acqua. Pertanto, forma un bordo di colata lungo la fossa di semina e attorno al tronco, in modo da creare una cavità. Riempi questo pozzo con acqua, che penetra gradualmente nel terreno. Quindi pacciamare la griglia per alberi con pacciame di corteccia, erba tagliata o materiali simili in modo che l'umidità rimanga nel terreno e non evapori. Dovresti anche innaffiare il giovane albero durante le pause più lunghe sotto la pioggia.

Potatura delle piante

Poiché le radici vengono sempre distrutte o tagliate durante la semina e questo crea uno squilibrio tra le parti sopra e sotto il terreno dell'albero, devi tagliare la chioma di conseguenza. In caso contrario, le radici rimanenti non potrebbero più fornire adeguatamente la chioma, in modo che l'albero si seccherebbe parzialmente. Il tipo e l'entità della potatura dipendono dal tipo di albero e dalla sua destinazione d'uso. Gli alberi da frutto, ad esempio, vengono tagliati diversamente dagli alberi ornamentali per favorire lo sviluppo del legno da frutto.

Suggerimenti

Se possibile, scegli specie arboree autoctone, poiché il loro valore ecologico per l'intero ambiente è significativamente più alto di un legno importato, di cui gli insetti e gli uccelli nativi non hanno alcuna utilità qui.