Cospargere il prato - suggerimenti per annaffiare correttamente il prato

Cospargere il prato - suggerimenti per annaffiare correttamente il prato

Perché un'irrigazione corretta è così importante?

Le radici dell'erba sono solo circa sei pollici di profondità nel terreno. Tuttavia, soprattutto in estate o dopo lunghi periodi di siccità, il livello dell'acqua scende così in basso che le radici non riescono a raggiungere l'umidità.

leggi anche

  • Puoi innaffiare il prato al sole?
  • Con che frequenza dovresti innaffiare il prato?
  • Combattere le erbacce nel prato - suggerimenti per una corretta scarificazione

Quando devo iniziare ad annaffiare il prato?

Quando l'erba inizia a diventare marrone, è quasi troppo tardi per annaffiare. Il prato si riprenderà, ma ci vorrà molto tempo per formare di nuovo un tappeto verde.

Dovresti quindi iniziare ad annaffiare al più tardi quando le foglie appaiono molli e assumono un colore blu-verde.

Innaffiare il prato correttamente: il momento migliore per innaffiarlo

Si dice che sia dannoso innaffiare il prato durante il caldo più caldo di mezzogiorno. Le foglie bagnate sarebbero bruciate dalla forte luce solare. Inoltre, il consumo di acqua è quindi molto elevato perché la maggior parte dell'acqua evapora e non penetra nel terreno.

Se possibile, dovresti cospargere il tuo prato la mattina presto con un irrigatore (27,94 € su Amazon *). Se ciò non è possibile, esplodere l'area di notte, mattina e sera.

Acqua tutti i giorni - sì o no?

L'aspersione quotidiana con poca acqua non è sufficiente. Di regola, l'acqua non penetra abbastanza in profondità nel terreno. È meglio se innaffi solo ogni quattro giorni o una volta alla settimana al mattino e alla sera, ma poi versi abbastanza acqua da far penetrare l'umidità nel terreno fino a 15 centimetri.

Come regola generale, ricorda che con terreni leggeri, sono necessari dai 10 ai 15 litri di acqua per metro quadrato per innaffiare correttamente il prato. Con un terreno molto solido dovresti aspettarti tra 15 e 20 litri di acqua.

I terreni sabbiosi devono essere annaffiati solo ogni tre o quattro giorni se c'è acqua sufficiente. Nel caso di prati su terreni argillosi, è sufficiente un'irrigazione settimanale, poiché questi terreni trattengono l'acqua più a lungo.

Hai versato abbastanza?

Questo può essere determinato in due modi. O ritaglia un piccolo pezzo di erba con la vanga e guarda quanto il terreno è inzuppato. Rimetti semplicemente dentro le zolle.

Se stai annaffiando con un irrigatore, installa semplicemente un pluviometro.

Il sistema giusto per l'irrigazione

  • Annaffiatoi per piccole aree o sostituti del prato
  • Tubo da giardino
  • Irrigatore per prato (ad es. Da Gardena)
  • Sistema di irrigazione automatico

Suggerimenti e trucchi

Annaffiare correttamente il prato è facile con un sistema di irrigazione sotterraneo. Ha il vantaggio che non ci sono tubi sul prato. Il sistema può essere impostato in modo che le quantità di acqua specificate vengano rilasciate in orari selezionati.

Ce